Senza titolo

Schio Life

 SCHIO LIFE in attività dal 2007 si è ben presto posta e riconosciuta come una delle organizzazioni di eventi musicali più qualificate in Italia. Ogni anno organizza un calendario di appuntamenti importanti che offrono qualità musicale al pubblico appassionato di spettatori, provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Sono stati organizzati ad oggi più di 60 concerti tra Schio (Teatro Astra, Teatro Civico, Arena Campagnola), Vicenza (Teatro Comunale) e Verona (Teatro Romano). Tra gli altri si ricordano: The Commitments, Procol Harum, Le Orme, Manu Katchè, Stefano Bollani, Jethro Tull, Banco del Mutuo Soccorso, Steve Hackett, Vinicio Capossela, Tony Levin, YES, Ian Anderson, Van der Graaf Generator, Peter Hammill, Julia Kent, Ian Paice, The Camel e Rick Wakeman. SchioLife organizza ogni anno anche il British Day a Schio.

www.schiolife.com

Leggi gli articoli:
Il Gazzettino, 7 ottobre 2014 

La Tribuna di Treviso, 8 ottobre 2014

Il Giornale di Vicenza, 11 ottobre 2014

Richiesta e obiettivi
La collaborazione tra Palomar e SchioLife nasce nel 2014 in occasione del British Day, l’evento british più famoso del Veneto che ogni anno riempie le strade scledensi di musica, storia e costume britannici. Obiettivo: costruire una strategia di comunicazione radicata al territorio, ma in grado di oltrepassare i confini provinciali.

Strategia
Palomar ha proposto a SchioLife un piano di comunicazione pensato appositamente per promuovere il British Day sia a livello locale che a livello regionale. Strumenti importanti sono stati la creazione di un giornale-programma e una conferenza stampa sui generis organizzata in uno degli edifici più alti della città.

Risultati
Per la prima volta dalla sua nascita, il British day, grazie a Palomar, è riuscito a superare i confini locali, raggiungendo efficacemente anche i media regionali.


 

Citazioni da articoli:

«Pioggerellina e mattoni rossi. Fish&chips e Mini Minor. Sui blocchi di partenza la seconda edizione del British Day, un evento targato Schiolife in programma sabato 11 e domenica 12 ottobre»
Il Gazzettino, 7 ottobre 2014

«Le strade si riempiranno di musica, storia e costume britannici, in una grande festa per grandi e bambini che nella prima edizione dello scorso anno ha contato più di 10mila presenze»
La Tribuna di Treviso, 8 ottobre 2014

«Diecimila persone, 57 attori, 13 artisti, 21 associazioni coinvolte, 48 volontari dello staff, 50 auto storiche, 9 teachers e un autobus londinese. Sono le cifre del successo del British Day»
Il Giornale di Vicenza, 11 ottobre 2014