Icon_foto Marcello Nocera

ICON

 ICON – Interpretazioni CONtemporanee di Guerra, Pace, Libertà, è una mostra collettiva internazionale che si è tenuta a Cagliari, nella sala delle esposizioni temporanee della Cittadella dei Musei, dal 5 all’11 ottobre 2013. La mostra è stata progettata e realizzata dall’associazione culturale Wake Art con il patrocinio economico del Comune di Cagliari in occasione del settantesimo anniversario dei bombardamenti su Cagliari del 1943.

Alla mostra hanno partecipato 24 artisti provenienti da Italia, Iran, Finlandia, Francia ed Egitto, selezionati tramite un bando trilingue (italiano, inglese e spagnolo), che si sono confrontati sul tema dei conflitti attraverso l’uso di diversi linguaggi della creazione visiva. In totale sono state esposte 29 opere e un progetto multimediale speciale chiamato “Radici Aeree” realizzato da Studio Vuoto/TRW; il concerto dell’evento inaugurale è stato curato dall’associazione Pangea.

 

Leggi la rassegna stampa completa

Richiesta e obiettivi
La realizzazione della mostra dipendeva da due fattori: la redazione di un progetto chiaro e ben scritto da presentare all’istituzione patrocinante, e la capacità di coinvlgere un buon numero di artisti in grado di proporre lavori di qualità. Una volta poste le basi per la realizzazione dell’evento, era necessario promuovere un’ampia partecipazione per soddisfare l’obiettivo del coinvolgimento di pubblici diversi per provenienza ed età.

Strategia
L’attività di ufficio stampa si è integrata ad una strategia social tramite la fanpage di Wake Art e la cura di relazioni digitali per la diffusione del bando e la promozione della mostra nelle sue diverse fasi. Per la fanpage è stato studiato un piano editoriale che ha coinvolto gli utenti creando aspettativa nei confronti dell’evento. Con l’ausilio dello studio grafico è stata studiata una product image che è stata l’indirizzo per la realizzazione di tutti i materiali visivi (inviti, press kit, manifesti, locandine, catalogo e gadget).

Risultati
Il progetto ha avuto un ampio riscontro in termini di partecipazione di artisti e di pubblico grazie a un’informazione costante e capillare.