Luglio

Anno Incluso

“Anno incluso” è un progetto che coinvolge gli ospiti di alcune case d’accoglienza del vicentino, che si occupano di persone provenienti da diverse situazioni di disagio sociale, dai problemi di dipendenza alla crisi economica al fallimento del progetto migratorio. Sei le case coinvolte, appartenenti alla Rete di Inclusione Sociale, promossa da Caritas diocesana vicentina con il sostegno di Cariverona: Casa San Martino di Vicenza, Albergo Cittadino di Vicenza, Casa Alice Dalli Cani di Arzignano, Casa San Francesco di Bassano del Grappa, Casa Bakhita di Schio, Casa di accoglienza Mulini d’Agno di Valdagno. Al centro del progetto la convinzione che l’arte possa essere uno strumento di inclusione importante in grado di mettere in relazione le nostre comunità con chi vive ai suoi margini. Più di trenta ospiti sono stati coinvolti in una serie di laboratori che utilizzano gli strumenti delle arti performative e in un percorso di ricerca fotografica con l’obiettivo finale di creare un calendario, un docufilm e alcune performance teatrali che riportino i loro sguardi al centro della nostra società.

www.annoincluso.it

Leggi gli articoli:
Altreconomia, Settembre 2013
Corriere Innovazione, Ottobre 2013
Corriere del Veneto, 9 ottobre 2013
Il Giornale di Vicenza, 24 giugno 2013
Il Giornale di Vicenza, 9 ottobre 2013
Radio Tre, Tre Soldi, 23-27 dicembre 2013

Richiesta e obiettivi
La collaborazione tra Palomar e Anno Incluso nasce nel 2013 con l’intento di promuovere non solo a livello regionale, ma anche a livello nazionale un progetto innovativo e con ricadute socialmente positive.

Strategia
Il lavoro di comunicazione che Palomar ha proposto ad Anno Incluso si è rivolto tanto ai media locali che a quelli nazionali. È stato realizzato non solo attraverso i tradizionali strumenti quali conferenze e comunicati stampa, ma anche attraverso l’utilizzo di soluzioni più adeguate alla comprensione del senso del progetto. Particolarmente efficace si è dimostrato l’utilizzo della visita stampa rivolta ai giornalisti e utilizzata in occasione di un laboratorio residenziale di tre giorni che ha coinvolto gli ospiti delle case d’accoglienza in un percorso teatrale.

Risultati
Molti i risultati ottenuti: non solo l’attenzione costante dei media locali, ma anche uscite sui media nazionali quali Altreconomia, Corriere Innovazione e Radio Tre.

 


 

Citazioni da articoli

“Questa collezione di tagli stretti in bianco e nero, personalizzati da ciascuno in libertà, diventerà un calendario: “Chi è questa persona? Qual è la sua storia?”, sono le domande che 12 mesi di volti vogliono suscitare in chi li osserva”
Altreconomia, Settembre 2013

“Si chiama «12 elegie ramenghe» il calendario 2014 realizzato da sei centri di accoglienza vicentini. I modelli, ritratti uno per ogni mese, sono alcuni ospiti delle strutture che ospitano persone temporaneamente senza casa o in difficoltà  economiche”
Corriere del Veneto, 9 ottobre 2013

“L’arte come strumento di inclusione sociale. “Anno Incluso” – giunto alla sua quarta edizione – non è solo un calendario: è un progetto che si snoda lungo dodici mesi coinvolgendo un intero territorio. Quello del Vicentino nel caso specifico”.
Corriere Innovazione, Ottobre 2013

“Lo scopo di Anno Incluso è quello di far conoscere la realtà delle case d’accoglienza e di proporre un altro punto di vista sui soggetti che vivono ai margini della società”
Tre soldi, Radio Tre, cinque puntate, dal 23 al 27 dicembre 2013

“Un anno per ricordare la parola inclusione. Dodici mesi pieni di racconti, narrati da volti, lineamenti, espressioni, rughe e sorrisi. Dalle trasformazioni di chi ha voluto cambiare, lanciare un messaggio, spezzare una lancia a chi pensa che nei centri, il reinserimento sociale sia solo una chimera”
Il Giornale di Vicenza, 9 ottobre 2013